Il fungo Ganoderma è un potente alleato della salute. Ci sono diverse accortezze importanti da adottare per massimizzare i benefici derivanti dall’ assunzione di questo integratore naturale. Ecco quindi il manuale delle istruzioni su come sfruttare al meglio le fantastiche proprietà di questo meraviglioso fungo della salute.

 

Ganoderma Lucidum: Il fungo dell' immortalità
Prima di addentrarti nel fantastico mondo del Fungo dell’ immortalità assicurati di leggere il manuale d’ uso

 

 

PREMESSA

Innanzitutto mi preme precisare due cose importanti. Il Ganoderma non è un farmaco bensì un’ integratore. Così viene catalogato dal ministero poichè essendo un fungo è privo di sostanze chimiche come quelle presenti nei farmaci. Inoltre essendo un prodotto naturale, è privo di brevetti (umani) poichè brevettato da madrenatura in persona. Altra cosa importante che ci tengo a sottolineare è che l’ utilizzo sotto la supervisione di un medico è vivamente consigliata. Questo vale soprattutto nei casi di problemi di salute importanti che in quanto tali richiedono risposte certe. In alcune situazioni, infatti, affidarsi ad un fai da te può ridurre notevolmente l’ efficacia della micoterapia. Per affrontare nel migliore dei modi il proprio problema subentrano diversi aspetti tra cui la conoscenza della patologia, interpretare correttamente i sintomi nonchè gli esami a cui l’ interessato viene sottoposto. L’ assunzione del Ganoderma e di tutti gli altri funghi della salute viene quindi personalizzata in base alle caratteristiche del paziente e soltanto un medico esperto di micoterapia è in grado di redigere questo percorso.

 

Medicina naturale e micoterapia
Un medico può personalizzare il tuo percorso meglio di chiunque altro

 

L’ IMPORTANZA DELLA QUALITA’

In commercio troviamo prodotti di tutti i prezzi e di tutte le qualità. Quando parliamo di funghi è di grande importanza puntare sulla qualità. I funghi hanno la capacità di assorbire gli elementi presenti nell’ ambiente in cui crescono. Oltre ad assorbire gli elementi positivi, i funghi assorbono anche gli elementi nocivi. Pertanto si consiglia vivamente l’ assunzione di prodotti biologici. Altrettanto importanti sono le certificazioni che ne attestano la qualità sotto altri parametri. Consigliamo inoltre di leggere attentamente l’ etichetta e di fare attenzione alla quantità presente di principio attivo nonchè di eccipienti. La riduzione del principio attivo volta a lasciar spazio eccessivo agli eccipienti possono indicare un prodotto tanto economico quanto di bassa qualità. Altro importante fattore da considerare è il grado di concentrazione. Questo valore viene indicato con valori quali 3:1, 5:1, 10:1 e cosi via. Mentre valori come 3:1, 5:1 denotano uno scarso grado di concentrazione, un valore come 10:1 inizia ad essere un buon grado di concentrazione. Un Ganoderma come quello della DXN ha una concentrazione di 20:1. Questo significa che in 1 Kg di principio attivo sono concentrati ben 20 Kg di funghi !!!

 

Etichette ed eccipienti del Ganoderma
Il buon Ganoderma contiene la giusta percentuale di eccipienti e principio attivo

 

MICELIO O PARTE FRUTTIFERA ?

In commercio troviamo due varianti di Ganoderma, rispettivamente il micelio e il corpo del fungo (parte fruttifera). Dando un’ occhiata ai nostri prodotti, nella sezione “integratori” avrai visto diverse confezioni di Ganoderma. Avrai notato che sono presenti due tipologie di Ganoderma ovvero il GL (Micelio) e l’ RG (parte fruttifera). Il GL è estratto dal fungo di soli 14 giorni mentre l’ RG è estratto dal fungo di 90 giorni. Queste due varianti apportano al tuo organismo benefici diversi e complementari. Per massimizzare i benefici derivanti dall’ assunzione di Ganoderma è consigliato assumere entrambi. Tuttavia, qualora volessi consumarne soltanto una puoi optare per il Ganoderma GL. Questa variante di Ganoderma possiede infatti una quantità di Germanio Organico e Polisaccaridi di gran lunga superiore al Ganoderma RG.

 

Micelio del fungo Reishi

 

 

DOSAGGIO

Non sono stati riscontrati effetti spiacevoli a seguito di dosaggi eccessivi. Tuttavia è cosa buona conoscere il dosaggio ideale da assumere quotidianamente al fine di massimizzarne i benefici. Non ci c’è un dosaggio oggettivo quando si consuma questo fungo. Il dosaggio dipende dalle esigenze dell’ individuo. Se il soggetto è in buona salute e consuma Ganoderma per mantenersi in buona salute il dosaggio ideale và da 1 a 2 grammi al giorno. Se il soggetto ha dei problemi di salute già in atto allora 2 grammi è il dosaggio minimo. Al riguardo sono stati fatti diversi studi che hanno sottoposto i soggetti ad assumere questo fungo per periodi di almeno 3 mesi con un dosaggio che varia dai 3 a 9 grammi. Da questi studi è emerso che per riscontrare benefici completi il dosaggio minimo consigliato è di 2 grammi al giorno. Questo dosaggio può aumentare in caso di problematiche di salute importanti. Sarà compito del medico suggerirvi il dosaggio ideale per le vostre specifiche esigenze di salute.

 

Sovradosaggio di funghi medicinali
Sii equilibrato. Assumi il giusto dosaggio per massimizzare i benefici.

 

FUNGHI E VITAMINA C

Anche se assunti singolarmente, i funghi della salute recano notevole beneficio. Tuttavia per massimizzarne gli effetti è consigliato assumerne diversi. I funghi hanno effetti complementari che agendo in sinergia sul tuo organismo possono aumentare notevolmente la loro efficacia. Quando si assumono i funghi per prevenire, assumerne due tipi diversi è un’ ottima idea. Quando si assumono per combattere problematiche già in atto 3 è il numero ideale di funghi da assumere. I funghi sono facilmente digeribili e qualora a seguito della loro assunzione si dovessero riscontrare disturbi dello stomaco la causa di tutto ciò è ricollegabile esclusivamente al cattivo funzionamento dell’ apparato digestivo. Oltre alla quantità è alla tipologia dei funghi da assumere, un’ azione fondamentale riveste l’ assunzione di vitamina C. L’ assunzione di funghi se associata alla vitamina C ne aumenta notevolmente la capacità d’ assorbimento da parte dell’ organismo. Ricordiamo inoltre che la vitamina C reca grande beneficio ai capillari ed è un potente antiossidante. I funghi possono essere assunti liberamente in un’ unico momento oppure in maniera dilazionata durante la giornata. E’ preferibile consumarli a stomaco vuoto associando almeno una compressa di Vitamina C.

 

Vitamina C migliora l' assorbimento del Ganoderma
La vitamina C migliora l’ assorbimento del Ganoderma

PER QUANTO TEMPO BISOGNA USARLI ?

Prima di cominciare a consumare il Ganoderma e tutti gli altri funghi della salute, bisogna essere consapevoli del fatto che è necessario avere pazienza prima di vedere benefici importanti. Infatti, un periodo minimo prima di percepire un miglioramento concreto corrisponde a 3 mesi. L’ ideale sarebbe consumarli per 12 mesi di fila per poi fare pausa di massimo 3 mesi e ricominciare. Se consideriamo la loro assenza di effetti collaterali, nonchè la loro notevole efficacia al costo esiguo di circa 1€ al giorno per quale motivo dovremmo limitare il loro consumo ? Se proprio non vi è la volontà di consumarli regolarmente è possibile trarre beneficio concentrando l’ assunzione per 3 mesi di fila nei mesi più stressanti dell’ anno come nel cambio di stagione. Sappiate però che i benefici saranno decisamente più blandi. La percezione dei primi benefici dipende da diversi fattori. Durante il primo mese i funghi depurano l’ organismo determinando una prima importante condizione di benessere. Nel secondo e terzo mese subentra la seconda importante fase in cui gli organi danneggiate vengono ripristinati e i tessuti si rigenerano. Queste tempistiche variano in base alla salute dell’ individuo. Se l’ individuo è in ottima salute bastano 2-3 settimane per avvertire i primi benefici. In caso di organismo profondamente danneggiato allora serve più tempo.

 

Primi benefici dei funghi medicinali
“Quante gioie vengono sacrificate all’ impazienza di un piacere immediato” Marcel Proust

 

INTERAZIONE COI FARMACI

L’ assunzione di Ganoderma in concomitanza coi farmaci non comporta effetti collaterali. Anzi, la sua assunzione è vivamente consigliata poichè oltre a ridurre gli effetti collaterali dei farmaci ne potenzia gli effetti benefici. Una delle poche eccezioni riguarda l’ assunzione di Ganoderma con farmaci anticoagulanti. Al riguardo ci sono pareri discordanti. Alcuni sostengono sia meglio evitare di assumere Ganoderma in contemporanea con farmaci anticoagulanti. Altri sostengono che il Ganoderma non altera i meccanismi della coagulazione bensì li agevola. In considerazione di ciò è consigliato fare sempre riferimento al vostro medico. Sicuramente per coloro che desiderano nutrire la propria salute con questo potente alleato del benessere, un modello ideale da prendere come esempio sono gli Orientali che abitualmente assumono Ganoderma contemporaneamente ai farmaci tradizionali col fine di neutralizzare gli effetti collaterali dei farmaci.

 

Ganoderma e controindicazioni coi farmaci
Il Ganoderma neutralizza gli effetti collaterali dei farmaci. Approfittane !!!

 

 

CONCLUSIONE

Proprio come un’ elettrodomestico anche il Ganoderma possiede il suo manuale d’ uso. Se lo consumerai nella maniera corretta allora potrai beneficiare di tutte le sue potenzialità e i benefici arriveranno inesorabilmente a tempo debito.

 

Mappa mentale Ganoderma Lucidum fungo dell' immortalità

Il blog sul fungo orientale Ganoderma che aiuta a perdere peso

In questo blog troverai le informazioni e le testimonianze dei consumatori di Ganoderma


    12 replies to "Come si assume il Ganoderma ?"

    • Mara

      Pensavo che il ganoderma fosse uno non ero a conoscenza del fatto che i tipi di ganoderma fossero due…informazioni molto utili grazie mille

      • Luca Catanoso

        Generalmente si distingue il Ganoderma di 14 giorni e quello di 90 giorni. Siccome hanno effetti complementari per un beneficio completo si consiglia di usare entrambi.

    • Marina Napolitano

      Grazie mille per le preziose informazioni, ne farò tesoro

      • Luca Catanoso

        Raccomando l’ utilizzo di prodotti biologici consumati in maniera graduale. Se dovessero sorgere alcuni effetti collaterali ciò è da intendersi come segnale positivo che dimostra la disintossicazione dell’ organismo.

    • maria boiano

      i tuoi consigli sono davvero utilissimi, mi piace prendermi cura del mio corpo, questo integratore sembra davvero utile per prendersene cura

      • Luca Catanoso

        Si oltre alle bevande ci sono gli integratori in capsule e polvere. Inoltre abbiamo anche prodotti per la cura del corpo a base di Ganoderma.

    • IlmondodiChri

      grazie per qst super info, non conoscevo ancora qst prodotto

      • Luca Catanoso

        In Oriente il fungo Ganoderma è molto conosciuto

    • Annamaria

      Bell’articolo, ora conosco cose nuove ed interessanti

      • Luca Catanoso

        Grazie 1000. Se si consuma il Ganoderma nel migliore dei modi allora i benefici vengono ottimizzati.

    • Greta

      a….Trovo molto utili tutte queste info sul ganoderma….non snoscevo tutti i suoi benefici

      • Luca Catanoso

        I suoi benefici sono innumerevoli. E’ molto usato per dimagrire e per mantenersi giovani più a lungo. Ha una grande potere depurativo e migliora la circolazione. Oltre a questo c’è MOLTO ALTRO ancora

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.