Gli Hunza sono il popolo più longevo al mondo. Digiuno, inquinamento, alimentazione vegetale, acqua alcalina Kangen e attività fisica sono i motivi  che fanno di questo popolo pakistano dell’ Himalaya l’ etnia che non conosce malattie. Sicuramente poter vivere più a lungo è sempre stato un tema di grande interesse. Migliorare la condizione di salute delle persone aumentando di conseguenza la longevità è certamente una delle sfide più grandi che spettano alla medicina.  Mentre la nostra medicina si vanta di farci vivere in media fino a 80 anni in altre parti del globo troviamo popoli millenari che vivono fino a 140 anni. Le donne che partoriscono a 90 anni mantenendo durante il corso dell’ intera esistenza una grande vitalità e lucidità mentale. Le donne Hunza novantenni non hanno nulla a che fare con le “colleghe” del mondo Occidentale. Molto probabilmente più volte nella tua vita ti sei posto importanti domande riguardanti la longevità degli esseri umani. Se stai leggendo queste righe ti anticipo subito che nel corso di questo breve e intenso articolo troverai  la risposta alle tue importanti domande.  A confermare questa condizione è la prestigiosa rivista “Panorama” che in un articolo di qualche anno fà ha riportato alcuni contenuti estrapolati dal  libro “Gli hunza, un popolo che ignorava la malattia” scritto da Ralph Bircher.

Per visionare personalmente il contenuto di questa rivista CLICCA SUBITO QUI

Molto bene ora siamo pronti per iniziare.

Allacciati le cinture perchè si parte verso la Valle degli Hunza ???.

 

Hunza Pakistan popolazione più longeva del mondo fungo orientale ganoderma lucidum reishi biologico Organo Gold DXN proprietà e benefici
Il nostro viaggio sarà un’ esperienza indimenticabile. E’ una promessa !!!

Mappa mentale Hunza il popolo più longevo al mondo

GLI EREDI DI ALESSANDRO MAGNO

Il popolo degli Hunza è stato oggetto di grande attenzione da parte di svariati esponenti importanti della comunità scientifica. Oltre ad aver catturato più volte l’ attenzione della comunità medico- scientifica anche importanti storici  hanno parlato più volte di questa incredibile etnia Pakistana. Gli Hunza, infatti, hanno alle spalle una storia prestigiosa e le attenzioni che hanno ricevuto nel corso dei secoli sono una conseguenza inevitabile. D’ altra parte un popolo che gode di questa salute non poteva che discendere da una figura che ha segnato in maniera importante la storia dell’ umanità nei primi secoli antecedenti la venuta del Cristo sulla Terra (sempre che sia venuto).  Alessandro Magno ( 356 a.C – 323 a.C ) è stato infatti un grandissimo militare macedone che ha Regnato in Macedonia dal 336 a.C fino alla sua scomparsa avvenuta nel 323 a.C per l’ appunto. Alessandro Magno, conosciuto anche con appellattivi quali Alessandro il Grande, Alessandro il Conquistatore o Alessandro il Macedone durante la sua intensa carriera militare  ha vagato col suo esercito in lungo ed in largo riuscendo ad estendere la propria supremazia in un territorio vastissimo che ha coinvolto anche quelle zone che noi oggi conosciamo con il nome di Egitto, India Settentrionale, Afghanistan e Pakistan. Ed è proprio il Pakistan la regione in cui si è formata l’ etnia Hunza che col passare dei secoli si è protratta viva e vegeta sino ai giorni nostri. Le generazioni di questa incredibile etnia Pakistana, nel corso di questi 2500 anni hanno coltivato e preservato uno stile di vita tanto benefico quanto singolare. Questa tendenza ad isolarsi dal mondo esterno e a preservare le proprie abitudini e il proprio ambiente incontaminato per così tanto tempo, ha certamente determinato delle conseguenze positive in termine di benessere fisico ed emotivo. Questo approccio alla vita tanto primitivo quanto salutare ha catturato in tutti questi secoli l’ attenzione di importanti esponenti della comunità scientifica che hanno voluto studiare più a fondo i segreti della longevità di questa incredibile etnia millenaria.

Fatta questa doverosa precisazione riguardante le nobili origini di questa fantastica etnia Pakistana osserviamo più da vicino il loro stile di vita e cerchiamo di capire in che modo lo stile di vita degli Hunza può esserci d’ ispirazione per migliorare anche la nostra salute,  perchè come disse Oscar Wilde “ la salute è il primo dovere della vita

 

Alessandro Magno Hunza Pakistan Himalaya fungo Orientale Ganoderma Lucidum Reishi biologico DXN proprietà e benefici invecchiamento antiossidante
Un popolo nobile dalle origini nobili come quelle di Alessandro Magno

 

 

 IL PRIMO SEGRETO DELLA LONGEVITA’ DEGLI HUNZA

L’ INQUINAMENTO

 Quali sono i segreti che fanno degli Hunza il popolo più longevo del pianeta ?  Gli Hunza hanno tanti piccoli ma grandi segreti che determinano importantissimi benefici per la loro salute. Hai presente il caos dovuto al sovrappopolamento di una città caotica in cui regna l’ inquinamento acustico, elettromagnetico e dell’ aria ?  Questo squallido scenario tipico della civiltà “evoluta” non c’ entra assolutamente nulla con lo stile di vita degli Hunza.  L’ ambiente in cui vive il popolo degli ultracenteneri è privo di qualsiasi tipo di inquinamento. Nella Valle degli Hunza non esistono strumenti di lavoro o trasporto che emettono gas di scarico inquinanti. Anche gli strumenti tecnologici alimentati con elettricità sono prodotti sconosciuti agli abitanti di questa zona ai piedi della catena dell’Himalaya, in una valle al nord del Pakistan, al confine con la Cina. Quando si parla di inquinamento, si pensa in primis all’ inquinamento dell’ aria che respiriamo. Pochi invece sanno che un’ altra temibile forma di inquinamento è quello prodotto dagli elettrodomestici alimentati dalla corrente. Presso gli Hunza non esistono televisori ne tantomeno console da videogames.  Non parliamo poi di strumenti quali modem, cellulari connessi alla rete internet o telefonica e dispositivi simili. Strumenti estremamente utili, per carità, ma ahimè anche nocivi per la nostra salute. Tutti questi fattori infatti col tempo apportano danni importanti alla nostra salute determinando una diminuzione importante della nostra longevità.

 

Popolo pakistano Hunza Himalaya longevità inquinamento atmosferico acustico elettromagnetico fungo orientale Ganoderma Lucidum Reishi biologico DXN Organo Gold Italia benefici e proprietà
Oltre all’ inquinamento atmosferico un’ grave danno alla salute lo apporta anche quello elettromagnetico

 

IL SECONDO SEGRETO DELLA LONGEVITA’ DEGLI HUNZA

L’ ALIMENTAZIONE

Osservando la vita degli Hunza notiamo, inoltre, che tutti i prodotti da loro consumati sono prodotti dalle loro stesse mani. Sono un gran popolo divoratore di frutta e verdura di stagione. Il consumo di carne e pesce è quasi inesistente e particolarmente limitato è il consumo di formaggi (tra l’ altro solo freschi e fermentati provenienti da latte di capra). Diversi studiosi del calibro di McCarrison  hanno analizzato da vicino il fenomeno Hunza elencando in maniera dettagliata gli alimenti che sono soliti mangiare. In primis amano divorare discrete quantità di cereali integrali quali orzo, miglio e grano saraceno. Fà parte della loro alimentazione anche una sorta di pane azzimo ricavato da una farina integrale. Seppur in misura minore fà parte della loro alimentazione anche il mais e diversi tipi di legumi tra cui piselli, fagioli, fave, lenticchie e ceci. Estremamente importante è il consumo di frutta come pere, meloni, ciliegie, more, mele, uva, melograni e pesche. Altrettanto importante è anche il consumo di verdura come pomodori, cetrioli, melanzane, carote, patate e cavoli. Costoro amano anche consumare alcuni semi oleosi quali noci e mandorle.

 

Hunza Pakistan popolazione più longeva del mondo fungo orientale ganoderma lucidum reishi biologico Organo Gold DXN proprietà e benefici
La migliore medicina è la prevenzione. Queste sono le medicine che gli Hunza consumano abitualmente. Consumali anche tu !!!

 

 

IL TERZO SEGRETO DELLA LONGEVITA’ DEGLI HUNZA

IL DIGIUNO

Rieccoci. Parliamo ora di un’ altra  importantissima motivazione che stà alla base della prosperità degli Hunza.  Nel paragrafo precendente  abbiamo parlato di alimentazione. Adesso parleremo di un’ argomento così vicino all’ alimentazione, da essere l’ esatto opposto. Il digiuno insomma. Ebbene si, una buona fetta della salute di quest’  incredibile etnia è proprio legata ai periodi di digiuno forzato. In inverno, infatti, la regione in cui si sono insediati gli Hunza è soggetta ad una grave carestia. Fortunatamente, non tutti i mali vengono per nuocere ed è proprio grazie alla quasi totale assenza di cibo, che in inverno gli Hunza affrontano un lungo periodo di astinenza dal cibo che li obbliga ad un processo di profonda depurazione del proprio organismo attraverso una pratica tanto potente quanto antica quale il digiuno. Infatti, molti importanti medici hanno esaltato i benefici del digiuno attribuendo a questa pratica importanti proprietà terapeutiche utili per prevenire problematiche di salute o per combattere patologie ormai sopraggiunte alcune delle quali molto gravi.  Basti pensare alla capacità che il digiuno ha di rigenerare un sistema immunitario seriamente compromesso. Per una buona fetta del mondo occidentale migliorare la propria condizione di salute attraverso il digiuno può sembrare assurdo. Eppure importanti studiosi di materie salutiste ne hanno decantato i suoi incredibili benefici sulla salute.

 

Hunza Pakistan digiuno popolazione più longeva del mondo fungo orientale ganoderma lucidum reishi biologico Organo Gold DXN proprietà e benefici
L’atto di mangiare può essere faticoso; richiede molta energia per digerire il cibo. Quando il corpo si libera da questo compito, ci si sente naturalmente più leggeri e molto più vivaci. (Allan Cott)

 

IL QUARTO SEGRETO DELLA LONGEVITA’ DEGLI HUNZA

L’ ACQUA ALCALINA KANGEN

Probabilmente sai  che la quasi totalità delle problematiche di salute che colpiscono il genere umano sorge a seguito dell’ ACIDOSI. L’ acidosi è quella condizione che fà del tuo organismo un’ ambiente acido ovvero un’ ambiente in cui malattie piu o meno importanti possono trovare terreno fertile in cui crescere. Se con le nostre abitudini riguardanti stile di vita e nutrizione ci sforziamo di alcalinizzare il nostro corpo, le malattie non potranno annidarsi nè svilupparsi in alcun modo. Per far ciò è importante ingurgitare alimenti alcalini nonchè bere acqua alcalina. L’ acqua che madrenatura ha messo a disposizione  degli Hunza ha un ph superiore a 9. In una scala numerica che va da 0 a 14 capisci bene che 9 corrisponde ad’ un alto valore di alcalinità considerando anche che il 7 è il valore neutro. Concorderai con me che in natura ci sono svariati tesori dalle incredibili proprietà benefiche sulla salute. Più volte sono stati fatti accostamenti tra alimenti e relativi effetti benefici sulla salute. A tale riguardo mi rallegra sapere che anche l’ acqua è stata assocciata alla longevità e al benessere. Non parlo di un’ acqua qualsiasi bensi di un’ acqua speciale. Quest’ acqua è l’ acqua Kangen conosciuta anche col nome di  “Acqua dell’ immortalità“. Fino ad ora abbiamo parlato di aria e cibo.  Entrambe sono due importanti forme di energia. L’ aria è sicuramente la forma di energia più importante e sai perchè ?  Vorrei farti una domanda. Quanto tempo resisteresti senza mangiare ? 30 giorni  ? Quanto tempo resisteresti senza bere. 3 giorni ? Quanto tempo resisteresti senza respirare. 3 minuti ? Da qui comprendi quali sono le fonti di energia più importanti e capisci quindi che l’ acqua è ancora più importante del cibo. E’ estremamente importante scegliere attentamente cosa bere. Secondo importanti studi uno dei motivi più importanti che determinano la longevità degli Hunza è l’ acqua. Dai riscontri effettuati a seguito di approfondite analisi è emerso che presso la Valle degli Hunza è presente una sorgente d’ acqua dalle incredibile proprietà. La sorgente che rifornisce idratazione e nutrimento agli “Highlander pakistani” ha un’ incredibile contenuto di antiossidanti nonchè di minerali alcalini.

 

Acqua alcalina Kangen enagic tumori fungo orientale Ganoderma Lucidum Reishi Cordyceps biologico DXN proprietà benefici salute dimagrimento
L’ acqua è vita. Scegli di bere acqua alcalina perchè è acqua viva.

 

Mappa mentale Hunza il popolo più longevo al mondo

 

 

 

CONCLUSIONE

Proprio come disse Francesco BurdinL’uomo ha conosciuto per cinquecentomila anni la fame, il freddo, la violenza. Questa è la prima generazione umana che non conosce alimenti genuini e il mare pulito.” Letteralmente parlando, possiamo dire che viviamo in un mondo di merda. Troviamo merda nell’ aria, nei cibi e nell’ acqua oltre che in molti altri posti ancora. La questione Hunza ha molto da insegnarci. Osservando il loro immacolato stile di vita capiamo che i limiti umani vanno ben oltre quelli che molti vogliono farci credere. Checchè ne dicano quegli stronzi ignoranti che scorazzano in giro per il web condividendo articoli falsi asserendo che quanto detto sulla longevità Hunza corrisponde a falsità. A tutti quanti voi suggerisco di affidarvi a fonti autorevoli come la rivista scientifica JAMA ( The Journal of the American Medical Association) e ai dati raccolti dai vari ricercatori del passato tra cui Ralph Bircher o lo scozzese  Mac Carrison autori rispettivamente  dei fantastici libri “Gli hunza, un popolo che ignorava la malattia” e “I segreti della salute degli Hunza”. Infine come riportato ad inizio articolo riporto anche qui niente poco di meno che l’ articolo pubblicato sulla rivista di Panorama.

Per visionare ancora una volta questo fantastico articolo riportato su questa rivista  CLICCA SUBITO QUI

 

In questo blog troverai le informazioni e le testimonianze dei consumatori di Ganoderma


    48 replies to "Hunza il popolo più longevo al mondo"

    • Veronica

      Articolo estremamente interessante e coinvolgente, stimo molto questo popolo poiché riescono a vivere in modo sano e felice molto di più rispetto a noi che siamo avanti anni luce. Ritengo che siano persone da apprezzare e rispettare, abbiamo molto da imparare da loro. Consiglio vivamente a tutti di leggere questo articolo e anche gli altri, ne vale veramente la pena ?

      • Luca

        Proprio così Veronica. E’ il classico esempio di chi stando indietro è di fatto il più avanti di tutti. Gli Hunza sono in piena salute e sono pieni di energie. Questo dimostra che la felicità stà nelle piccole cose.

      • Marita

        Davvero non si finisce mai di imparare, in linea di massima sono argomenti conosciuti ma non avevo mai sentito parlare di questo popolo e della loro longevità,però a quanto pare anche per loro è arrivato il “progresso” e la loro vita sta cambiando

        • Luca Catanoso

          Si lo stile di vita Hunza è stato contaminato. Il “progresso” si stà facendo strada anche all’ interno della loro communità. Negli ultimi anni malattie, sofferenza e inquinamento ha guadagnato parecchia strada.

    • Paolo Gulletta

      Articolo molto interessante.
      Consiglio questa lettura.
      Complimenti!!!!!

      • Luca

        Grazie 1000 Paolo. Buona giornata.

    • Anonimo

      Articolo molto interessante, credo che con i popoli meno sviluppati di noi economicamente dovremmo imparare molto, togliere un po’ di tecnologia e aumentare i beni che la natura ci dona. Il popolo degli Hunza infatti ce lo dimostrano perché sono pieni di energie e vivono in modo sano.

      • Luca

        Grazie 1000. Si la questione degli Hunza ci fà comprendere che i limiti umani vanno ben oltre quello che alcuni vogliono farci credere.

    • Argjend

      Articolo molto interessante e poi stimo molto questa popolazione perchè riescno a fare certe cose pur essendo sani e felici e senza malattie.
      Veramenteun bel articolo vi consiglio di leggere ne vale la pena
      Ciau

      • Luca

        Grazie 1000 per le tue parole. La questione degli Hunza dimostra che per essere felici bastano le piccole cose. Prima fra tutte la salute.

    • gabriella fugazzotto

      Grazie dell’articolo, tra l’altro gli Hunza pare si cibino anche dei noccioli di albicocche, piccole quantità giornaliere di questo alimento ricco di vitamina B17 (laetrile) dalle forti proprietà anticancro. Del resto considerando l’ambiente inquinato in cui viviamo depurarsi ed alcalinizzarsi attraverso cibi vegetali ed acqua alcalina è fondamentale.

      • Luca

        Ciao Gabriella. Mi fà piacere che anche tu conosci bene l’ argomento. La questione degli Hunza dimostra anche che i limiti dell’ uomo vanno ben oltre quello che molti pensano. Proprio come dici tu più si vive in sintonia con la natura e maggiore è la capacità del nostro organismo di esprimersi in tutta la sua potenza. Buona giornata.

    • Stefano

      Ciao Luca. Sicuramente un articolo molto interessante: sapevo che certe popolazioni, conducendo una vita meno moderna, per così dire, ma probabilmente più sana, vivono più a lungo…Una cosa però non mi è piaciuta: il fatto di aver descritto così negativamente questo “nostro” mondo, lo stesso dove anche tu, volente o nolente, vivi: si, è vero, lo trattiamo tutti male (chi poco chi tanto), ma forse, con un po’ di impegno, sempre da parte di tutti, siamo ancora in tempo per salvare il salvabile, che dici tu? e che dicono tutti gli altri?…Buon lavoro per tutto, e buona vita, ciao, Stefano

      • Luca

        Ciao Stefano. Si esatto più si vive in maniera semplice e naturale e piu a lungo si vive. Hai ragione. Penso che anche il mondo Occidentale abbia ottime virtù. Può darsi che mentre alcuni scendono altri salgono. Poi col tempo la situazione viene ribaltata. Penso che la storia dell’ umanità sia tutto un sali e scendi. Penso che l’ Occidente sia sommerso di problemi e penso anche che c’è tanta gente volenterosa che combatte per un domani migliore. Spero che questo sia la discesa che preannuncia la risalita. Buona giornata.

    • Lucia

      Articolo molto interessante.

      • Luca

        Grazie Lucia. Buona serata.

    • Manuel Coppola

      Un articolo ben strutturato e con molte informazioni sugli Hunza
      che dovrebbero essere d’esempio per le società moderne.
      La lettura mi ha come catapultato nella loro realtà e mi ha fatto riflettere molto. L’ uomo medio è un mostro,l’ambiente,come anche il mondo,è solo una vittima.
      Gli Hunza rispettano l’ambiente stando più a contatto con quest ultimo,loro sopravvivono mentre noi viviamo senza valori. Bisogna non arrendersi mai e perseguire i propri ideali!

      • Luca

        Grazie 1000 Manuel. Si penso che il mondo OCcidentale sia il mondo evoluto. Il punto è essere evoluti sotto quale punto di vista ? Di sicuro lo siamo molto riguardo al COlesterolo, alle malattie, all’ inquinamento e a molto altro.
        Buona giornata

    • Giada

      In questo aricolo si parla di un popolo che è in perfetta armonia con se stesso e con la natura. Credo che drovemmo sicuramente prenderne spunto per poter imparare da loro e mettere in pratica qui da noi alcuni dei loro insegnamenti. Difficile? Si certo ma possibile e come tutte le cose si parte da un passo alla volta per poi portare al termine il proprio obbiettivo. Vivere meglio si può, più in equilibrio, più sintonizzati con noi stessi e l’ambiente in cui viviamo.

      • Luca Catanoso

        Grazie 1000 Giada. L’ uomo Occidentale è stato capace di andare sulla luna e nel contempo si è dimenticato di cosa sia la salute. Il benessere stà nella semplicità. E’ una grande virtù accontentarsi delle piccole cose proprio perchè sono le piu grandi.

    • Phoeb

      This article is fascinating. It’s so important to learn from the longest living populations to better use deed tabs ourselves and how we can improve our own lives. Thanks is for the insight

      • Luca Catanoso

        Thank you. I think that the simple populations are so low that are so hight. If we take example from them certaly our wellness can grow.

    • Anonimo

      I think that old people have many secrets Ganoderma not enymore it’s wonderful it’s beautiful

      • Luca Catanoso

        Thank you. Yes i think that Hunza have many great and simples secrets for improve ours health

    • Danijela

      Luca complimenti davvero per un altro articolo molto curioso e fantastico!
      Un articolo dove leggendo s’impara e si acquisce nuove informazioni per migliorarsi ed ispirarsi da un mondo che viene sempre giudicato molto. Io dopo questo tuo articolo meraviglioso su questo popolo troppo da esempio, mi sono ispirata e ho preso appunti per allargare il mio bagaglio nel vestire uno stile di vita sano.
      Grazie!
      Come tutti, dico anche io di leggere questo articolo che è molto interessante e forse da curiosità anche chi ha pregiudizi o la pensa in modo diversamente ?

      • Luca Catanoso

        Ciao Daniela. Grazie 1000 per aver condiviso il tuo parere assieme a noi. Penso che ogni popolo ha le sue peculiarità. Sicuramente quando si parla di salute e benessere gli Hunza hanno da insegnare a tutti quanti noi. Sono proprio un’ etnia “arretrata” ed è proprio questa arretratezza il segreto della loro prosperità.

    • Federica

      Great article, interesting reading. So true to itself.
      Mi piacerebbe fare adesso più ricerche come alcaline acqua
      E leggere altri articoli . Grazie

      • Luca Catanoso

        Ciao Federica. Quando si parla di acqua alcalina si parla di qualcosa di estremamente potente per la salute. E’ un’ argomento forse poco conosciuto ma che sicuramente è in grado di aprire nuovi spiragli nella vita salutista di una persona. Ti invito calorosamente ad approfondire questo argomento. Il web è pieno di informazioni. Anche io sono a tua disposizione per qualsiasi chiarimento. Puoi anche scrivermi su whatsapp al numero 338-6670323 Buona serata.

    • Anonimo

      Ciao un bel post complesso ed articolato. Non conoscevo in realtà questo popolo così longevo, ma sapevo che alcune abitudini alimentari, e tra esse in primis il digiuno, possiedono la proprietà di aiutarci ad invecchiare allungandoci la vita…

      • Luca Catanoso

        Dici bene. Anche noi Occidentali possiamo trarre importanti benefici seguendo come modello gli Hunza. Se solo dedicassimo dei periodi al digiuno sicuramente il nostro livello di salute crescerebbe in maniera importante.

    • Anonimo

      Sto leggendo….bello è interessante. Grazie

      • Luca Catanoso

        Grazie 1000. Per qualsiasi chiarimento sentiti libero di chiedere. Buona giornata.

    • Anonimo

      Molto interessante! Quasi quasi mi trasferisco 🙂 sull’alimentazione e il digiuno mi trovo davvero molto in sintonia.. anche l’inquinamento é una parte della mia vita da migliorare.. Mi piace! Quasi quasi prendo spunto, non si sa mai che abbia qualche anno in piu di vita per riparare evntuali errori 😉

      • Luca Catanoso

        Si certo. Il popolo degli Hunza è il più longevo proprio perchè hanno uno stile di vita tanto semplice quanto salutista. Sicuramente prendendo spunto da loro possiamo tutti quanti ottenere grandi benefici.

    • Margherita

      Articolo estremamente interessante e coinvolgente,mi ha molto incuriosita questo popolo cosi longevo. Ritengo che siano popoli da apprezzare, rispettare, e studiare antropologicamente cercando di trarne insegnamento.

      • Luca Catanoso

        E’ possibile trarre un grande insegnamento dagli Hunza. In sintesi possiamo dedurre che il segreto della salute e della felicità stà nella semplicità.

    • Anonimo

      I popoli indigeni, dovrebbero essere considerati patrimonio dell’umanità. Articolo interessante .

      • Luca Catanoso

        Si perchè hanno tante cose da insegnarci e sicuramente prendere spunto dalle cose buone che hanno può aiutarci a migliorare la nostra vita.

    • Filippo Bavsresco

      Questo articolo e’ molto interessante,questi popolo dovrebbe esser preso come esempio

      • Luca Catanoso

        Grazie 1000 Filippo. Concordo pienamente con quello che dici e i fatti lo dimostrano.

    • Alessandro Curzi

      Credo che il digiuno sia effettivamente il loro segreto più importante, mangiare poco di conseguenza e uno stile di vita senza stress e tensioni. La genetica poi ci mette un po’ del suo.

      • Luca Catanoso

        Si certo. Sicuramente sono favoriti anche dal fatto che perpetrando questo stile di vita da secoli i loro geni sono più predisposti alla longevità.

    • Alessandro

      questo popolo sicuramente rimanendo alle proprie origini ed escludendosi dalla attuale società odierna con tutti i vantaggi che ne derivano ovvero con meno sedentarietà e mangiando sano , hanno potuto rimanere alle proprie antiche origini e trovando giovamento di tutti quegli aspetti che ho descritto in precedenza . Sicuramente questo popolo ha potuto giovarne anche dal punto di vista della propria longevità.

      • Luca Catanoso

        Si è il classico esempio di come le persone più indietro in realtà sono le più avanti. D’ altra parte il segreto della longevità stà nella semplicità.

    • Luca Rajna

      Molto interessante. Sappiamo dalla Bibbia che i primi uomini in condizioni climatiche molto diverse vivevano più a lungo. Questo popolo conserva una traccia di quel benessere.

      • Luca Catanoso

        Si le scritture sacre parlano di uomini centenari. Sicuramente è una caratteristica affine agli Hunza

    • NatureBoy?

      Excellent article. The Hunza son like and amazing people. We in the the west should take note and go back to basics for a healthier future.

      • Luca Catanoso

        Thank you. I think that Hunza lifestyle is the perfect example of healthy and happiness

Leave a Reply

Your email address will not be published.