Negli ultimi tempi si parla molto dei benefici sulla salute della dieta vegana alcalina. Spesso si accosta l’ alimentazione vegana alcalina sia alla prevenzione che alla guarigione di patologie anche gravi come cancro o altri tipi di tumori. Gli studi medici più recenti confermano il legame tra il PH acido e la comparsa delle malattie. Mi preme precisare che l’ alimentazione per quanto potente essa sia, non garantisce nè la prevenzione nè la guarigione da problematiche di salute gravi. Quello che invece è sicuro, è che migliorare la propria alimentazione scegliendo in maniera intelligente gli alimenti, contribuisce ad innalzare di molto lo stato di benessere generale e associare la giusta alimentazione ad uno stile di vita sano significa affrontare i problemi nel migliore dei modi. Addentriamoci ora nel succo del discorso e vediamo più da vicino i motivi di questo regime alimentare e soprattutto quali sono i suoi benefici.

 

Alimenti vegani alcalini per dimagire
Secondo molti l’ alimentazione vegana alcalina è la scelta migliore

L’ IMPORTANZA DEL PH ALCALINO

La nostra considerazione deve partire per forza dall’ importanza del PH alcalino. Il PH è l’ unità di misura per stabilire se un liquido organico è basico, acido o neutro. La scala del PH và da un minimo di 0 a un massimo di 14. Mentre lo 0 è un valore estremamente acido, man mano che si cresce il grado di alcalinità aumenta sempre di più. Infatti, il valore di 7 è il valore neutro mentre il 14 corrisponde ad un valore estremamente alcalino. Il Ph del nostro sangue è leggermente alcalino. Più precisamente il suo valore oscilla tra 7.35 e 7.45. Quando il Ph del nostro organismo è inferiore a 7 significa che ci troviamo in una condizione di acidosi e che il nostro corpo è un terreno fertile per lo sviluppo di problematiche lievi o importanti. Generalmente la causa dell’ acidosi è dovuta alla cattva alimentazione e/o ad uno stile di vita peccaminoso. Infatti oltre ad un’ alimentazione ricca di alimenti animali e carente in frutta e verdura, l’ acidosi è legata anche al consumo di alcolici, al fumo, allo stress, ai medicinali, all’ inquinamento e alla sedentarietà. L’ attenzione verso un regime alimentare alcalino è cresciuto notevolmente negli ultimi anni sia grazie alle ricerche scientifiche, sia ad alcune testimonianze clamorose divulgate dai media.

Anche la pubblicazione del libro “Il miracolo del PH alcalino” ha sensibilizzato molto le coscienze.

 

Il Miracolo del PH alcalino libro
La lettura di questo libro è consigliata

PER QUALE MOTIVO INVECCHIAMO ?

Quando si parla di alimentazione alcalina è inevitabile fare riferimento alla nutrizione vegana. Generalmente, gli alimenti di origine animale sono acidificanti mentre quelli di origine vegetale sono generalmente alcalini. Da molto tempo l’ uomo cerca di spiegare per quale motivo invecchiamo. Dai più recenti studi, è emerso che durante il corso della propria vita, l’ essere umano accumula tanti detriti all’ interno del proprio organismo. Questi detriti hanno un Ph acido e man mano che il tempo passa il loro quantitativo aumenta sempre di più fino a compromettere il corretto funzionamento del nostro corpo. Fortunatamente è possibile invertire questo processo di invecchiamento dovuto a questa intossicazione.

Il professor Jentuschura è un pioniere in materia. Come esito dei suoi studi afferma che:

Ogni individuo ha un quantitativo innato di enzimi, minerali e oligoelementi. Questi microelementi hanno un ph alcalino e quando immettiamo nel nostro organismo cibi o bevande acide il nostro meccanismo di difesa reagisce. Questa reazione chiamata Leucocitosi consiste nell’ estrapolare le riserve alcaline di cui il nostro corpo dispone, al fine di tamponare il processo di acidificazione innescato dall’ assunzione di cibi acidificanti. Se questo innesco viene perpetrato troppo a lungo nell’ organismo si accumula un quantitativo così grande di scorie acide da poter minacciare anche gli organi più vitali come cuore, cervello e polmoni. Maggiore sarà il tasso di inquinamento del nostro organismo e più veloce sarà  il processo di invecchiamento“.

 

Dieta vegana alcalina rallenta l' invecchiamento
Mangiando nel modo corretto rallenterai l’ invecchiamento

COME SCEGLIERE I CIBI ALCALINI GIUSTI

Prima di illustrarti in che modo puoi scegliere in maniera intelligente i cibi alcalini mi preme farti due premesse.

1) L’ alimentazione alcalina ottimale è un complemento

2) Mangiare alimenti vegani non sempre vuol dire “salutari”

Infatti per ottimizzare i benefici dell’ alimentazione alcalina l’ ideale è considerare l’ alcalinità non solo come un semplice stile alimentare bensì come uno stile di vita a 360°. Oltre a mangiare cibi alcalini l’ ideale sarebbe bere anche acqua alcalina come QUESTA. Oltre a bere acqua alcalina è utile anche utilizzare prodotti per la cura del corpo dal Ph alcalino. Al riguardo, la pratica dei pediluvi con sali alcalini è una scelta vincente !!!

Inoltre, un’ alimento privo di elementi animali non sempre è sinonimo di salute. Alimenti come la pasta, le marmellate, il seitan o addirittura le bibite gassate o alcoliche rientrano tra gli alimenti vegetali. Eppure questi alimenti non sono salutari !!! Pertanto mangiare bene non è solo questione di cosa mangiare bensì anche di cosa non mangiare !

 

E-book Gratuito Passo a Veg

 

Vediamo ora quali sono gli alimenti alcalini giusti.

In primis, sicuramente frutta e verdura. Questi alimenti sono seguiti da cereali, semi oleosi, germogli e acidi grassi essenziali come quelli contenuti nell’ olio di oliva o di lino.

 

 

Alcuni degli alimenti alcalini che è buono consumare con regolarità sono:

Cavolfiori, broccoli, aglio, limone, cetrioli, sedano, mele, fichi, avocado, zenzero, peperoncino, uva, funghi, spinaci, carote, lattuga, rosmarino, cavoli ecc.

Alcuni di questi alimenti vanno consumati per forza crudi mentre altri possono essere cotti. L’ alimentazione vegana alcalina solitamente comprende alimenti crudi. Secondo alcuni l’ alimentazione perfetta è quella esclusivamente fruttariana-crudista, ma secondo altri, l’ inserimento anche di alimenti cotti rappresenta un perfetto complemento. Pertanto, la percentuale ideale di alimenti crudi dovrebbe costituire almeno un 60% di quello che ingurgitiamo. Se riusciamo a raggiungere percentuali tra l’ 80 e il 90% tanto di guadagnato.

Se l’ idea di raggiungere percentuali così elevate di cibo crudo ti rende un pò titubante, sicuramente tastare la semplicità e il gusto della cucina ti potrà fornire un grande stimolo. Oltre a preparare squisiti primi e secondi, è possibile preparare anche fantastici dolci 100% crudisti. Un ricettario come QUESTO sicuramente ti sarà di grande aiuto.

Oltre agli alimenti da consumare è altrettanto importante fare attenzione a cosa non mangiare. Oltre a latte, carne, uova, formaggi e pesce, è importante limitare il più possibile alimenti come zucchero, lieviti, alimenti raffinati, pane, pasta e miele.

Nutrire il nostro organismo con i cibi giusti è fondamentale per raggiungere il giusto equilibrio acido-basico.

 

Tabella alimenti acidi e alcalini
Per avere una panoramica chiara degli alimenti acidi e alcalini consulta questa tabella

 

CONCLUSIONE

Molto spesso sentiamo dire che il cervello è l’ organo più importante che abbiamo. Lo stomaco è considerato il secondo cervello dell’ uomo ed è per questo motivo che preservare il suo stato di salute ottimale è strettamente legato al nostro completo benessere. L’ alimentazione vegana alcalina è la scelta migliore che si possa fare per raggiungere il benessere e se sceglierai in modo saggio come nutrirti i benefici arriveranno inesorabilmente.

 

Il blog sul fungo orientale Ganoderma che aiuta a perdere peso

In questo blog troverai le informazioni e le testimonianze dei consumatori di Ganoderma


Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.